lettera43

Cosa c’è dietro il calo di consensi del partito di Putin a Mosca

Creato per garantire il controllo, Russia Unita non riesce più a comunicare alcunché di positivo. Mancano idee, e il sistema è appannato. L’analisi.

Al Cremlino potranno anche considerarla una vittoria. Ma è «una vittoria molto debole, ed ha il retrogusto amaro di una legittimazione davvero bassa per i candidati pro-Putin», dice a Lettera43.it la direttrice dell’istituto di analisi politica R.Politik Tatiana Stanovaya. Il meccanismo del “voto tattico” ideato da Navalny è stato «una sfida ardua per le autorità, e l’unica strategia ben formulata per poter esprimere alle urne la protesta». Secondo l’analista, il potere in Russia sta sperimentando «una crisi della sua comunicazione politica e la sparizione dell’attuale sistema partitico» fondato su Russia Unita. Nel prossimo futuro, Putin e i suoi collaboratori dovranno rispondere a questioni vitali, dice Stanovaya. La prima: che fare con l’opposizione “non sistemica”? Permetterne la partecipazione alla vita politica o sopprimerla? E poi, che fare con Russia Unita diventato «più un peso che uno strumento di controllo politico»? Inoltre, come riagganciare una società, «frustrata e politicamente disorientata, in cui cresce lo scontento»?
READ MORE
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Cookies & Privacy

By continuing to browse, you are agreeing to our use of cookies as explained in our Conditions générales.

Sign up for our emails!

Receive updates and news from R.Politik

Your email is safe with us, we don’t spam.